Deformità cranio neonati curata con l’osteopatia

Deformità cranio neonati curata con l’osteopatia

Deformità cranio neonati curata con l’osteopatia

La deformità del cranio nei neonati è un aspetto che può verificarsi in ogni neonato vista la delicata struttura ossea dei piccoli ed un evento alquanto traumatico come il parto.

Eppure moltissimi non sanno quanto sia facilmente risolvibile questa condizione, intervenendo in modo del tutto naturale e non invasivo grazie all’osteopatia.

Vediamo quali sono le cause e come è possibile intervenire in modo definitivo e senza alcun rischio per i nostri piccoli.

Deformazione Cranio Neonati: è pericolosa per la salute del bambino?

Innanzitutto va chiarito che le deformazioni hanno a che fare con la postura del cranio e non sono assolutamente correlate ad altre problematiche: queste possono verificarsi sia all’interno dell’utero che nelle successive settimane dalla nascita.

Nella maggioranza dei casi, le deformazioni craniche non sono assolutamente pericolose, ma ci sono alcuni casi in cui queste diventano critiche e sfociano in una malattia chiamata Craniostenosi: il cervello si vede infatti ‘schiacciato’ dalla stessa calotta cranica che non permette di assestarsi correttamente. In questi casi è chiaramente necessario intervenire in modo chirurgico per risolvere quanto prima il problema.

Esistono principalmente due tipi di deformità del cranio nei neonati:

  • posteriore, la più frequente
  • anteriore, molto più evidente

I consigli per scongiurare deformazioni che possono verificarsi post parto a causa di posture mantenute per troppo tempo sono semplici: cercare di non lasciare troppo tempo il neonato nella solita posizione, sia quando dorme che durante l’allattamento.

Quando affidarsi ad un trattamento osteopatico?

Già dai primissimi giorni post parto è possibile affidarsi all’osteopata che interviene in modo estremamente delicato nel riequilibrare la simmetria del cranio lavorando su micromovimenti che predispongono in modo spontaneo il naturale espandersi dell’assestamento del cervello nella calotta cranica.

Il tocco è al pari di una carezza data l’estrema malleabilità delle ossa, non ancora completamente ossificate, quindi assolutamente delicato e non invasivo.

Prenota subito la tua visita!

michele mosna

leggi anche:

> Cervicale come curarla? | Osteopatia Trento

> Osteopata risponde a domande su Osteopatia